Ancona

ancona

A piedi, dal SeePort Hotel potrete avventurarvi alla scoperta della città dorica. Il territorio dove sorge Ancona è stato scelto da popoli antichi per l’approdo protetto del suo porto. Ankòn in greco significa “gomito”: Ancona era un’insenatura naturale dalle caratteristiche ideali per la nascita di uno scalo marittimo. L’età antica ha visto Ancona protagonista di scambi culturali e traffici via mare di grande rilievo, con Piceni, Etruschi e Greci. Con i Romani divenne la porta verso Oriente, da cui l’imperatore Traiano partì alla volta della conquista della Dacia e diversi secoli più in là, nell’Alto Medioevo, si trasformò in Repubblica Marinara. Tutto questo rende Ancona un polo culturale di grande interesse, con una storia tutta da scoprire. Da non perdere il tour della città vecchia, partendo dall’Arco di Traiano e procedendo per Santa Maria della Piazza, Loggia dei Mercanti, Piazza del Plebiscito, chiesa di San Francesco alle Scale e Palazzo degli Anziani, fino ad arrivare sul Colle Guasco: qui sorgeva il tempio di Venere Euplea, posto a protezione dei naviganti. Oggi, costruita sopra quelle fondamenta, si può ammirare la Basilica della città, San Ciriaco.
In provincia, meritano una visita Camerano, con le sue grotte sotterranee, Castelfidardo, patria della fisarmonica, la città di Loreto, meta religiosa nota in tutto il mondo, Fabriano, la città della carta, e la Riviera del Conero, con le sue meravigliose spiagge, tra cui quelle di Portonovo, Sirolo e Numana.

Portonovo e il Monte Conero

portonovo-e-monte-conero

Un luogo assolutamente da visitare è la Baia di Portonovo, un gioiello della natura incastonato nel cuore del Monte Conero, dove il verde della vegetazione bacia l’azzurro limpido dell’acqua. Portonovo è una magia unica nel suo genere: un angolo di Paradiso mediterraneo a pochi passi dalla città, con spiagge dal bianco candido, acque cristalline, il rosso vivo dei corbezzoli e il verde rinfrescante degli arbusti. Un’esplosione di colori in un’atmosfera senza tempo. Un’armonia in cui ciascuno può sentirsi a casa. Sul Monte Conero numerose sono le escursioni da realizzare seguendo i sentieri di trekking da fare a piedi o in mountain bike.

Camerano e le misteriose Grotte Sotterranee

le-grotte-di-camerano

Consigliamo la visita della vicina Camerano, piccolo borgo medievale sul Conero. Qui vi aspetta un’altra esperienza unica, potrete visitare le famose grotte sotterranee. Assai numerose, scavate nell’arenaria e anche comunicanti percorrono il sottosuolo del centro storico con andamento labirintico. Le grotte svelano agli occhi spesso attoniti del visitatore un paese sotterraneo quasi fiabesco ricco di fascino, una Camerano segreta in cui ritroviamo elementi di storia e leggenda.

Spiaggia e le Grotte del Passetto

img_9783a-copia

Alle pendici del Conero sorge la meravigliosa spiaggia rocciosa del Passetto, raggiungibile da una lunga scalinata panoramica che dalla città scende a picco sul mare. Grandi le suggestioni offerte in questa zona dalla presenza di oltre 100 grotte realizzate dai pescatori locali; le scavarono nella roccia per decine di metri tra la fine del 1800 e gli anni ’60 del Novecento, inizialmente per ormeggiare le barche. Un luogo fuori dal tempo, dove si iniziò a vivere come in un mondo parallelo, rispetto alla città sovrastante: qui i pescatori erano soliti ritrovarsi per andare in mare e le loro famiglie li seguivano. Nel tempo quaggiù si creò una vera e propria comunità solidale, che viveva e lavorava con il mare, in grado di costruire relazioni che durano ancora oggi. Le grotte, infatti, sono ancora vive, animate dagli eredi di quei pescatori che bucarono con tenacia la roccia, testimoni silenziose di un passato che ancora oggi parla delle radici profonde della comunità dorica.

Conero Golf Club, Sirolo

golf field landscape

A Sirolo, all’interno del Parco del Conero, sorge l’esclusiva struttura del Conero Golf Club. In circa settanta ettari si trovano il giardino, che ospita due percorsi per giocare a golf (quello da campionato e l’executive) e il Conero Golf Restaurant. Lo Chef Francesca Frontini propone piatti saporiti e raffinati realizzati con i migliori prodotti locali, ispirandosi alla tradizione marchigiana e rielaborandola con nuove intuizioni. Dalle grandi vetrate del ristorante, poi, si scorge la suggestiva campagna marchigiana con i suoi elementi più caratteristici: corbezzoli, tamerici, ginestre e querce. Il paesaggio diventa così la cornice perfetta di un quadro fatto di eleganza, fascino e bellezza naturale.

Pesaro-Urbino

urbino

Una provincia piena di meraviglie da scoprire: tra la città natale di Gioacchino Rossini, Pesaro, e quella di Raffaello, Urbino, vi sono località di grande fascino, come Carpegna, borgo rinomato per la produzione del prosciutto, Pergola, famosa per i Bronzi dorati romani, e Urbania, nota per la Festa delle Streghe. Da visitare anche Fano, che ancora oggi mostra tutte le tracce della presenza romana, con resti di edifici monumentali di grande fascino. Urbino è la città-gioiello dell’intera area: capitale della cultura rinascimentale, conserva intatto tutto il fascino dell’epoca dei Duchi, quando qui regnava Federico da Montefeltro, che diede lustro alla città con la sua intensa opera di mecenatismo nei confronti dei massimi artisti dell’epoca, tra cui Piero della Francesca, Paolo Uccello e Francesco di Giorgio Martini, solo per citarne alcuni. Completa la bellezza di quest’area la presenza del Parco Sasso Simone e Simoncello, per gli appassionati di natura ed escursionismo.

Macerata

macerata

Il territorio maceratese è ricchissimo di storia: la città di Macerata spicca per i suoi gioielli d’arte e cultura noti in tutto il mondo, come lo spettacolare Sferisterio, antica struttura adibita al gioco della palla col bracciale e oggi divenuto sede di manifestazioni e spettacoli di prosa, musica e lirica. Rinomata è la grande stagione lirica estiva, il Macerata Opera Festival, che attira appassionati da tutta Italia e anche dall’estero. Nei dintorni, la Riserva naturale dell’Abbadia di Fiastra è tra i siti più interessanti da visitare, assieme alla città di Recanati, patria del poeta Giacomo Leopardi, e allo spettacolare borgo di Elcito, piccolissimo e incastonato tra i Monti Sibillini, gioiello d’altri tempi. In questa zona vanno provati i salumi tipici, come il ciauscolo di Matelica, e i dolci, come la Pizza di Pasqua. Tra i vini, il Rosso Piceno e il Verdicchio di Matelica sono tra le eccellenze locali più rinomate.

Fermo

fermo

Punta di diamante di questa provincia è la città di Fermo stessa, con il Palazzo dei Priori e il bellissimo Duomo, d’epoca alto medievale e con resti romani sottostanti. Una delle manifestazioni più importanti della città è la Cavalcata dell’Assunta, palio estivo ogni anno seguitissimo, sia da turisti, sia da appassionati che giungono a vederlo anche da fuori regione. La provincia è conosciuta inoltre per essere uno dei più importanti Distretti Calzaturieri in Italia. Da visitare nel territorio provinciale anche la bellissima Torre di Palme, gioiello arroccato su un promontorio a strapiombo sul Mare Adriatico e famoso per i suoi scorci meravigliosi. Meritano una visita anche lo storico borgo di Montappone, patria della produzione del cappello, i bei borghi di Monte Urano e Sant’Elpidio a Mare e le località marittime di Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio. Per gli amanti dello shopping, è d’obbligo una visita a Casette d’Ete e dintorni, località rinomate per la produzione di calzature artigianali di alta qualità.

Ascoli Piceno

ascoli-piceno

Soprannominata la Città Bianca per la presenza di costruzioni ed edifici quasi tutti realizzati in travertino, Ascoli Piceno è una delle città più importanti da visitare nelle Marche. La leggenda vuole che sia stata fondata dai Sabini guidati da un Picchio (da cui il nome ‘Piceni’) ed è un esempio di città storica che ha conservato intatti gran parte dei monumenti ed edifici che la caratterizzano, tra cui la splendida Piazza del Popolo, il Palazzo dei Capitani, la Cattedrale di Sant’Emidio e il Battistero di San Giovanni, solo per citarne alcuni. Famosa la manifestazione della Quintana nel periodo estivo, mentre in provincia meritano una visita il borgo di Offida, rinomato per la produzione dei merletti, Ripatransone, con il Vicolo più stretto d’Italia, e le città di Grottammare, San Benedetto del Tronto e Cupra Marittima, ricche di eventi e iniziative, in particolare nel periodo estivo.

Resta sempre aggiornato sul mondo SeePort